Verifiche urbanistiche e catastali per compravendite sicure: intervista a Daniele Danna

 In I NOSTRI PARTNER

Oggi riportiamo quanto emerso, da una piacevole chiacchierata col geometra Daniele Danna, sull’importanza delle verifiche urbanistiche e catastali della casa, prima di una compravendita.

Il mercato immobiliare richiede competenze specifiche che implicano per forza di cose una collaborazione attiva tra l’agente e tutti quei professionisti che contribuiscono alla buona riuscita di un’operazione immobiliare, anche di quella che all’apparenza sembra la più semplice.
Per questo abbiamo instaurato in questi anni collaborazioni continuative con professionisti specializzati e in grado di fornire ai nostri agenti un supporto tempestivo e preciso. Tra questi, Daniele Danna che fornisce assistenza per le pratiche urbanistiche e catastali e collabora con noi ormai da molti anni.
Professionisti da cui, una volta coinvolti, dipende la soddisfazione finale dei nostri clienti.

In pochi decenni la burocrazia e le normative che regolano la compravendita di un immobile sono molto cambiate. Questo è percepito spesso dal cliente finale come un intralcio. Nei fatti le cose si sono solo complicate o viviamo in un momento di maggior tutela per chi vende e per chi compra?

Sicuramente in un periodo molto delicato per il mondo immobiliare le nuove normative soprattutto in materia catastale e le procedure telematiche di invio delle pratiche urbanistiche han fatto sì che ogni persona che abbia a che fare con una compravendita immobiliare sia maggiormente tutelata.

Perchè controllare la regolarità urbanistica e catastale?

Pensare di svolgere oggi il lavoro di agente immobiliare senza sapere che per l’operazione di compravendita immobiliare occorre un’ampia documentazione che garantisca la regolarità dell’operazione stessa sarebbe davvero difficile. In questo senso, quali sono a tuo avviso gli aspetti più sottovalutati dai professionisti del settore immobiliare oggi?

L’aspetto ancora oggi più sottovalutato dagli operatori di mercato è il non eseguire un accurato e approfondito esame urbanistico e catastale dell’immobile in fase di acquisizione dell’incarico di vendita, fondamentale per promuovere l’immobile in maniera trasparente e fornire al potenziale acquirente un quadro preciso della situazione dell’immobile, consentendogli di compiere una scelta consapevole.

Quale il rischio concreto per quegli agenti che rifiutano un approfondimento e un dialogo su questi argomenti? Quale il rischio per loro e per i loro clienti?

Non dare un servizio di qualità e altamente professionale può portare oltre che la sfiducia del cliente che si affida ai professionisti anche al non compimento dell’operazione con possibile perdita per tutte le parti coinvolte.
Il controllo da parte di un tecnico abilitato della documentazione e della regolarità della casa, attraverso un sopralluogo e l’esame dei documenti in possesso del proprietario, è un importante passo per velocizzare i tempi di stipula, poiché permette di anticipare i problemi e rende possibile e agevole la concessione di un eventuale mutuo.

Verifiche urbanistiche e catastali

L’ambito in cui operi spazia davvero su molte casistiche, per quella che è la tua esperienza diretta, quali le 3 problematiche più comuni che riguardano la compravendita di un immobile?

È vero le casistiche sono molteplici soprattutto lavorando in una città come Roma ma credo che le tre casistiche più frequenti possano essere racchiuse in:

  1. la non conformità dello stato dei luoghi con la planimetria catastale depositata
  2. l’esistenza di domande di condoni edilizio ancora da definire
  3. l’assenza del certificato di agibilità

In buona sostanza, la certificazione di un professionista che ha effettuato le verifiche urbanistiche e catastali di un bene immobile – prima di stipulare un atto di compravendita – favorisce trattative sicure e trasparenti. Con un innegabile vantaggio per tutti!

Il gioco di squadra agenti-tecnici per compravendite sicure

Collaborando con Gruppo Casa RE conosci da vicino quanto sia alta la nostra sensibilità per queste tematiche. La nostra sfida però è costante, quale potrebbe essere il prossimo passo per i nostri agenti e i nostri collaboratori per costruire un dialogo ancora più efficace con i professionisti come te e con il cliente finale?

Sicuramente continuare con questo percorso incominciato già da qualche anno collaborando in maniera molto serrata e per tutta la durata dell’affare fornendo al cliente informazioni precise e dettagliate dell’immobile sia da un punto di vista catastale che urbanistico.
In tal senso trovo molto interessante ed avanzato l’approccio della vostra piattaforma on-line Operazione Trasparenza.

Leggi anche:

Vendere casa: un errore che oggi non ripeterei

Vendere casa di una nota attrice: tra un abuso e un capriccio, tra una sanatoria e un più mite consiglio... come ho gestito la compravendita

Lascia un commento

Affitto sostenibile Giorgio Cappelli Solo Affittimercato credito 2018