Tu si que vales

 In Agenzie immobiliari

Una volta la casa era un bene stabile, lo spazio che non si cambiava per tutta la vita. Adesso, invece, assistiamo frequentemente al mutare delle reali esigenze abitative quando cambiano le condizioni familiari o le abitudini di vita.
Una nuova convivenza, l’arrivo di un bimbo, la figlia che cresce e va a studiare all’estero, il nonno accolto in casa, un trasferimento o più semplicemente un nuovo hobby ci pongono di fronte a una scelta radicale: è il momento di cambiare casa!

Facciamo due conti di cosa comporta questa scelta

Le storie della compravendita di una casa sono avvincenti, fatte da differenti attori, cariche di aspetti burocratici, dense di possibili grattacapi. Hanno una trama che smuove desideri, paure ed emozioni, ma tutto ha origine dalla conoscenza del valore reale della casa.

La cosa che conta veramente è il “progetto” che devi realizzare attraverso la vendita o l’acquisto di un immobile. Una valutazione oggettiva del valore del bene, in grado di perimetrare l’area del possibile prezzo, è il fattore che per primo determina la fattibilità del “piano”.

Quindi, inutile dire quanto sia importante ridurre al minimo le aree di incertezza e i margini di errore proprio per evitare di prendere decisioni sbagliate e andare incontro ad avvilenti dietro front.

L’agenzia delle entrate corre in tuo aiuto

Sono sicuro che conosci già il servizio online gratuito ed accessibile a tutti, offerto dall’Agenzia delle Entrate, che ti permette di determinare il valore a metro quadrato di un fabbricato in tutte le località italiane.

Potrai ricercare i valori di mercato al mq minimo e massimo suddiviso per tipologia (Abitazione, Villa, Box, Posto auto… ecc.) per il tuo immobile. Procederai quindi a fare una media aritmetica del valore minimo e massimo al mq, a moltiplicare il risultato per la superficie commerciale e riuscirai ad ottenere un valore base. Ma ti ricordo che non tutte le parti di un immobile contribuiscono con lo stesso “peso” a determinare la superficie commerciale. Per determinarla dovrai sommare alla superficie totale dell’unità immobiliare comprensiva di tutti i muri interni + i muri perimetrali eventuali balconi, terrazze e giardini la cui superficie va calcolata riducendola in percentuale.

Ma a determinare il valore e quindi il possibile prezzo di realizzo dello specifico immobile che vuoi comprare o vendere contribuiscono una serie di ulteriori elementi, che vanno ad accrescere o a diminuire in misura abbastanza precisa il valore base appena calcolato.

Tanto per citarne alcuni: le caratteristiche interne dell’unità immobiliare (esposizione, luminosità, vista e piano); il suo livello di qualità (buono oppure ottimo stato, nuovo o ristrutturato); le caratteristiche dello stabile (un bell’atrio, un giardino curato, materiali di pregio); i servizi di zona (presenza di aree verdi, vicinanza di mezzi di trasporto, centri commerciali, scuole).

Dai credito a chi ne ha viste tante

Determinare quanto queste caratteristiche influiscono non è semplice, con il calcolo del valore base sicuramente potrai farti un’idea.

Come puoi allora ottenere una giusta valutazione dell’immobile?

Se vuoi stimare con precisione il valore di mercato di un immobile soltanto un professionista potrà valutarlo correttamente al fine di determinarne il possibile prezzo.

I proprietari sono soliti attribuire alla casa un valore sentimentale che per i compratori non esiste. Invece il tuo agente immobiliare di fiducia che non è coinvolto emotivamente, che conosce bene il mercato locale e tiene conto delle precedenti compravendite realizzate nel quartiere, procederà ad una buona valutazione dell’immobile riuscendo a determinarne un oggettivo valore.

Diverso è che, il professionista, ascoltando e facendo tesoro delle informazioni che il proprietario gli darà sulla casa (coi suoi punti di forza e le sue debolezze) e alcuni dettagli sul contesto, potrà pianificare una strategia di vendita. Riuscendo ad elaborare una promozione ottimale e a gestire meglio la negoziazione.

Lo so che casa tua è più bella delle altre… ma se vuoi una valutazione realistica OGGI devi guardarti un può più in giro, confrontare il prezzo al quale hai deciso di proporre la tua casa con le cifre alle quali vengono proposti nella tua zona beni immobili assimilabili al tuo. Spesso l’emotività e la poca esperienza negli affari gioca un brutto scherzo…

Evita di dare ascolto ai vicini

Dirmi che la signora Cecilia del piano di sotto lo scorso anno ha comprato a 20mila euro in meno oppure che l’avvocato del piano di sopra tre anni fa ha veduto a 50mila euro oltre il valore che ti ho preventivato: non è che mi farà cambiare la valutazione!

La procedura corretta per fare una buona valutazione immobiliare si basa su dati concreti: praticamente c’è da confrontarsi con le richieste di mercato. E per dati concreti (che io ho a disposizione grazie a strumenti quali il Casashare) intendo immobili simili a quello che vuoi comprare o vendere per zona, posizione, e caratteristiche compravenduti di recente (6 mesi).

Il mercato non è più lo stesso di uno o tre anni fa! Per una compravendita senza preoccupazioni e in tempi rapidi ti conviene darmi retta e ricordarti che, quando effettuo una valutazione, intendo offrirti una buona consulenza professionale perché tu possa concludere l’operazione presto, ottenendo il massimo che oggi si può richiedere al mercato.

Concludendo

Affidarsi a un agente immobiliare professionale è una scelta in grado di velocizzare e rendere sicuro il processo di compravendita.

Abbiamo visto che per riuscire a comprare o a vendere una casa al prezzo giusto è fondamentale capire come si evolve il mercato e farla valutare correttamente.

Per una valutazione corretta devi essere oggettivo, basarti su dati di fatto precisi (vendite fatte e richieste di acquisto) e non ascoltare chi non è del mestiere.

All’ingegnere chiedi informazioni tecniche, non commerciali! Ricorda: lui piuttosto le case le fa, non le vende!

Lascia un commento