Legge di Bilancio 2019: incentivi e bonus casa a rischio?

 In MERCATO IMMOBILIARE, Normative

E con l’arrivo dell’Autunno ha iniziato il suo iter anche la Legge di Bilancio 2019.
Queste le prossime tappe di una strada ancora lunga, tra Roma e Bruxelles.

Entro la metà del mese, il Governo dovrà inviare alla Commissione europea il Draft indicando i numeri macroeconomici e le linee guida della legge di bilancio. Le mosse che il Governo del Cambiamento intende attuare (tenendo fede alle promesse elettorali) riguardano in primis Flat tax, Reddito di cittadinanza e Pace fiscale.
Dalla ricezione del Draft la Commissione avrà due settimane per esprimere un’eventuale bocciatura immediata. In alternativa potrà inviare al ministro dell’Economia delle lettere di richiamo.
La Legge di Bilancio vera e propria dovrà essere approvata entro sabato 20 Ottobre.
Entro il 30 Novembre Bruxelles dovrà pubblicare il suo giudizio, indicando l’eventuale necessità di manovra correttiva.

Legge di Bilancio 2019: possibili scenari a partire dal 1° Gennaio

Stabiliti gli obiettivi finanziari che si intende raggiungere nei prossimi tre anni (valutando gli effetti delle entrate e delle uscite economiche del bilancio dello Stato) nella MANOVRA si valuteranno i conti pubblici, le riforme economiche e le disposizioni relative alle spese fiscali (tra cui le varie DETRAZIONI e AGEVOLAZIONI) facendo in modo che il deficit economico non aumenti ulteriormente, per rispettare il patto di stabilità e crescita stipulato con l’Unione Europea.

Benché i contorni della MANOVRA non siano ancora chiari, in attesa del testo, ecco una breve sintesi delle probabili novità fiscali in materia di CASA che il Governo M5S Lega potrebbe inserire nella Legge di Bilancio 2019.

DETRAZIONI fiscali a rischio per finanziare la Legge di Bilancio 2019

In tema di tagli alle DETRAZIONI fiscali, il bonus Renzi (gli 80 euro/mese in busta paga dei lavoratori dipendenti con reddito inferiore a 26.000 euro/anno) è forse uno degli argomenti più discussi in questi giorni.
Ma ci sono molti altri SCONTI a rischio riduzione, se non eliminazione, che il Governo prospetta di inserire nella Legge di Bilancio 2019. Tra le 720 detrazioni fiscali vigenti sono ben 466 quelle che potrebbero rischiare di essere intaccate.
Ad oggi sappiamo che non dovrebbero rientrare nei tagli le DETRAZIONI riguardanti gli interessi sul MUTUO della prima casa (il 19% di quanto pagato per il finanziamento relativo all’acquisto dell’abitazione principale).
Sul fronte delle RISTRUTTURAZIONI per interventi di manutenzione, ristrutturazione e recupero di edifici esistenti, solo un ‘ritocchino’: con ogni probabilità si dovrebbe tornare alla DETRAZIONE del 36% con un massimale di 48mila euro, abolendo quindi il regime di maggior favore esistente sino all’anno in corso (detrazione al 50% e limite a 96mila euro).

AGEVOLAZIONI fiscali a rischio per finanziare la Legge di Bilancio 2019

Stando ai ‘rumors’ di mercato, le AGEVOLAZIONI fiscali maggiormente a rischio sarebbero quelle relative ai consumi.
Solo una correzione sarebbe prevista per gli Eco-BONUS riguardo le singole unità immobiliari. Una detrazione dal 50% al 75% – con tetto di spesa variabile in funzione dell’intervento – per la riqualificazione energetica degli immobili di tutte le categorie catastali.
Mentre non ci sono tagli in vista per i condomini (la misura incentivante scadrà a fine 2021).
Un riassetto è atteso per i BONUS Verde (detrazione del 36% delle spese per la sistemazione di aree verdi fino ad un ammontare di 5mila euro). La scadenza dell’incentivo per il verde urbano, fissata per la fine di quest’anno, non lo lascia immune da eventuali tagli.
Più di altri sembra a rischio sopravvivenza il BONUS Mobili (detrazioni pari al 50% del costo di arredi e grandi elettrodomestici, acquistati per la ristrutturazione dell’abitazione principale, recuperabile in 10 anni).
Ancora nessuna previsione su eventuale proroga o abolizione dei Sisma BONUS (detrazione fiscale fino all’85% per le spese sostenute per misure antisismiche) introdotti ‘soltanto’ dalla Legge di Bilancio 2018.

Numerose e importanti novità quelle che il Governo ‘gialloverde prevede di inserire nella prossima Legge di Bilancio 2019, ma – proprio in questi giorni in cui la discussione sulle misure da inserire entra nel vivo – tra incognite, fake news e rumors l’unica cosa certa è che sarà necessario pazientare ulteriormente per vederci chiaro sul destino delle DETRAZIONI e AGEVOLAZIONI sulla CASA.

Commento
  • Enzo
    Rispondi

    Te l’avevo detto che sei brava?
    Come al solito i tuoi post sono molto interessanti.
    Grazie

Lascia un commento

Tasse casa imu e tasi 2018compravendita immobiliare informazione