La soddisfazione negli occhi del cliente

 In COME LAVORIAMO

La mia vittoria più grande è la soddisfazione negli occhi del cliente, può sembrare banale ma posso assicurarvi che non lo è, e vorrei spiegarvi perché.

Nelle ultime settimane in ufficio, grazie ai continui investimenti che l’azienda mette in campo per darci tutti gli strumenti utili al nostro lavoro, ci stiamo occupando di redigere i profili di tutti i membri del Gruppo Casa RE. Questo ha comportato, per ognuno di noi, un incontro con un esperto di comunicazione e scrittura, dott. Marzi, che attraverso una serie di domande, studiate ad hoc, ci ha aiutati a dar forma ad un testo che descriva al meglio la personalità di ciascuno e il modo in cui vive il proprio lavoro.

Le domande difficili

Tra queste, una delle domande a cui mi è stato più difficile rispondere è stata quella in cui mi veniva chiesto quale fosse il mio miglior risultato, la mia vittoria lavorativa più grande.

Beh, penserete, cosa c’è di tanto difficile?
Ogni PERSONA, in tutti gli ambienti lavorativi ha almeno un episodio che gli sia rimasto impresso più di altri. Un episodio che racconta anno dopo anno alle cene di Natale in famiglia, che ormai tutti i familiari conoscono ma lo lasciano comunque parlare perché, diciamocelo, sembra brutto interrompere qualcuno a cui si illuminano gli occhi mentre rievoca un ‘successo’…

Sbalordita, quasi, dalla mia incapacità momentanea di rispondere a questa domanda non ho fatto altro che raccontare una delle VENDITE più difficili che mi sia capitata, una pratica ingarbugliata con documenti mancanti essenziali per la conclusione dell’affare che siamo riusciti a recuperare per tempo, aiutando entrambe le parti a raggiungere il risultato.

La risposta giusta

Uscita dalla ‘sala dai muri di vetro’ – dove il mio colloquio con il dott. Marzi aveva avuto luogo – mi sembrava di non aver detto tutto, di non essermi spiegata bene, di non aver dato la risposta giusta.
Ci ho dormito su un paio di notti, continuando a lavorare e a chiedermi di tanto in tanto quale sarà la mia storia della cena di Natale, senza trovarne una che potesse veramente avere un senso più profondo rispetto alle altre…

Poi ho capito!
La mia soddisfazione più grande è vedere la soddisfazione negli occhi dei miei clienti.
La mia vittoria più grande è riuscire ad aiutarli a realizzare i propri sogni, i propri desideri, i propri obiettivi.

Per noi che operiamo nel settore immobiliare, soprattutto negli ultimi tempi, non è un risultato scontato. Non è facile informare una persona che il VALORE del suo bene più prezioso non è più quello che lei si aspetta e nonostante questo guadagnarne la FIDUCIA e magari farsi anche ringraziare per l’impegno e il lavoro svolto.

La grande soddisfazione

Quando, però, grazie alla connessione continua con i clienti e alla trasparenza si riescono a trasmettere passione e professionalità, alla fine i grazie arrivano, e magari i clienti – dopo mesi dalla chiusura della vendita – ti mandano un messaggio con una foto della nuova macchina, con il logo della loro nuova azienda, o un invito al pranzo della domenica per vedere come hanno trasformato la loro nuova CASA dopo la ristrutturazione.

Così ho deciso che ogni anno alle cene di Natale parlerò di tutti i miei clienti soddisfatti, perché ognuno è importante allo stesso modo, perché la loro felicità è la mia più grande soddisfazione!

Commento

Lascia un commento

casa spazio esterno logo