La Fontana delle ‘scandalose’ Cariatidi

 In #impronteurbane, La Mia CASA è ROMA

Non c’è angolo a Roma che non sia allietato dal suono zampillante di una fontana, per piccola che sia.
Dai simpatici “nasoni” – le caratteristiche fontanelle in ghisa – alle più recenti “case dell’acqua” – erogatori di acqua potabile liscia e frizzante – solo nel centro storico si contano una novantina fra fontane e fontanelle artistico monumentali dalle quali sgorga sempre acqua pubblica.

Nel Maggio del 1928, a Roma viene inaugurata la Fontana delle Cariatidi in Piazza dei Quiriti, opera dello scultore triestino Attilio Selva.
Come già era avvenuto per le Naiadi della Fontana di Piazza Esedra nel rione Castro Pretorio, anche le Cariatidi nel rione Prati suscitano un certo scalpore negli ambienti più puritani.

Forme morbide e flessuose

Uomo assai colto, ritrattista raffinato della figura femminile e sensibile alla sua eleganza, il Selva realizzerà una delle rare testimonianze di stile déco nella Capitale.

Per ritrovare un’opera dello stesso genere, sia pure in un desolante stato di abbandono, dobbiamo spostarci nel quartiere Esquilino verso la Casa del Passeggeroun ex albergo diurno realizzato nel 1920 dall’architetto Oriolo Frezzotti – dove richiami classici si fondono armoniosamente agli elementi di stile déco.

La fontana scostumata

L’opera, in marmo e travertino, è composta da un ampio e basso bacino circolare, delimitato da un largo bordo sporgente.
Al centro si eleva un massiccio balaustro ispirato a motivi vegetali da cui si staccano vaschette sporgenti ornate alla base da foglie rovesciate.
Al di sopra è la grande vasca convessa simile alla corolla di un fiore.

Al suo interno, le quattro cariatidi nude e sedute che sostengono, con le braccia levate ed il capo, il catino superiore coronato da una pigna monumentale.

L’ipocrisia dei benpensanti

All’epoca, è stata proprio la nudità delle quattro cariatidi a destare scandalo e riprovazione.

La polemica, inizialmente circoscritta alla corrispondenza fra lo scultore, il Governatorato e le Associazioni Cattoliche, ben presto si è estesa alla stampa, provocando un notevole ritardo dell’inaugurazione della fontana.

Lascia un commento

Ponte del soldinopalazzo altieri vecchietta