Amore a prima vista

 In Agenzie immobiliari, MERCATO IMMOBILIARE

Ricordo che all’inizio della mia attività di agente immobiliare sentivo dire dai miei colleghi che ogni casa è vendibile purché ci sia il prezzo. Dico la verità, ero molto attratta dalle case belle, magari in zone esclusive: nel mio immaginario l’agente immobiliare era quello delle serie televisive o dei film, tipicamente americani, dove ogni immobile era una “casa da sogno” a sei zeri!

Svolgendo l’attività in anche in zone periferiche della città o in realtà non proprio “hollywoodiane” ho acquisito incarichi di vendita di appartamenti di tutte le tipologie, anche le più economiche e ciò, mentre mi aiutava a capire che al centro c’era l’esigenza delle persone al di là del bene immobile, mi ha spinto a pensare a come rappresentare nel modo più efficace anche la proposta di case prive di particolare “appeal”.

Dovevo concentrarmi sull’esigenza di chi avrebbe visitato la casa per un acquisto: e per l’acquirente certamente la prima impressione è quella che conta. Così come è importante per lui, quando decide di fare una proposta di acquisto, ridurre il più possibile l’incertezza circa le spese da sostenere per “sistemarla” dove sia necessaria una ristrutturazione.

Prima dell’avvento di Internet la pubblicità degli immobili in vendita o in locazione avveniva con la pubblicazione dell’annuncio sui giornali con un TESTO descrittivo della caratteristiche e del prezzo. Le foto venivano utilizzate al massimo per i cartelli della VETRINA e ciò soltanto dalle agenzie che si trovavano su strada.

Oggi tutti gli annunci di vendita o locazione vengono pubblicati su decine di portali e siti web e decisive sono diventate le IMMAGINI: da loro in gran parte dipende il “click” di potenziali acquirenti e quindi le probabilità che l’immobile venga VISUALIZZATO prima e VISITATO poi, CATTURANDO UN COLPO D’OCCHIO fra i tanti annunci.

Nell’era dove l’immagine (foto e video) è strumento imprescindibile nella comunicazione solo un immobile ben RAPPRESENTATO facilita la scelta del potenziale acquirente superando la difficoltà di “immaginarsi” la casa al massimo delle sue potenzialità.

Ecco perché quando devo pubblicizzare un immobile cerco sempre di affidarmi a professionisti dell’immagine per il servizio fotografico e ad esperti di “home staging” per la valorizzazione degli interni e, se il caso lo richiede, provvedo io a fornire un’ipotesi di ristrutturazione avvalendomi della consulenza di un architetto.

Un intervento di questo tipo ha aiutato i miei clienti a fare la scelta più CONSAPEVOLE nell’acquisto ed ha valorizzato tutte le case che negli anni ho trattato: anche quelle non proprio da film!

Lascia un commento

collaborazione agenti immobiliariTasse casa imu e tasi 2018