Crollo dei prezzi ed aumento delle compravendite

 In Andamento del mercato immobiliare, MERCATO IMMOBILIARE

L’Istat certifica il calo del prezzo degli immobili negli ultimi quattro anni: relativamente al primo trimestre 2014, le stime registrano una riduzione che supera i dieci punti percentuale, attestandosi a -10,4%, rispetto al 2010.

Da alcuni portali, l’analisi delle compravendite nel mercato immobiliare 2014 rispetto l’anno precedente.

Crollo dei prezzi

L’autorevole Istituto, segnala la forte flessione degli immobili già da tempo presenti sul mercato (-15,0%) attenuata in parte dal piccolo rialzo osservato per i nuovi immobili (+0,8%).

Eppure negli ultimi mesi anche per i nuovi immobili si è incominciato a registrare un calo dei prezzi.

Nei primi tre mesi del 2014 l’indice dei prezzi delle abitazioni acquistate dalle famiglie è sceso dello 0,7% sul trimestre precedente e del 4,6% nel confronto annuo. Nelle stime l’Istat rileva che il calo interessa soprattutto gli immobili già esistenti (-5,3%), ma calano anche i prezzi delle nuove case (-2,6%).

Tuttavia, sottolinea l’Istat, per il quarto trimestre consecutivo la flessione va lentamente attenuandosi.

Oltre all’entità del calo c’è anche da tenere in considerazione la durata: se per gli immobili appena giunti sul mercato la dinamica tendenziale ha iniziato a scendere solo a partire dal 2013, per le case esistenti prosegue addirittura dall’ultimo trimestre del 2011. In definitiva, anche se la discesa dei prezzi sembra affievolirsi, il periodo di “saldi per il mattone” non è ancora finito.

Aumento delle compravendite

E proprio mentre l’Istat conferma la discesa dei prezzi, i dati di traffico del portale immobiliare Casa.it confermano l’ottimismo sul disgelo del mercato immobiliare, rafforzati anche dall’incremento di richieste e dell’erogazioni di mutui rilevato dall’inizio dell’anno quando, secondo l’Agenzia delle Entrate, le compravendite sono aumentate del 4,1% nel primo trimestre 2014.

Il quadro che emerge, da un’indagine condotta dal portale immobiliare, è che il prezzo delle case calerà ancora e che il momento può essere quello giusto per comprare.

La domanda di case nel primo semestre 2014 secondo Casa.it è «tornata a crescere in maniera più consistente rispetto alla fine del 2013. Anche su fronte dell’offerta, continuano ad aumentare le abitazioni messe sul mercato (+6,4% rispetto a giugno 2013)». E i prezzi sono effettivamente diminuiti: «del 5,2% rispetto a giugno 2013».

C’è una certa distanza…

Persiste tuttavia un «consistente divario», che l’Osservatorio stima «in un 9,4%, tra le quotazioni proposte da chi offre e quelle di chi cerca casa: una distanza che di certo non agevola il raggiungimento di un compromesso soddisfacente».

Dati esplicativi su alcune città, sono stati presentati a Eire – Expo Italia Real Estate 2014, fiera internazionale del mercato immobiliare italiano, la cui decima edizione si è svolta a Milano dal 24 al 26 Giugno.

Lascia un commento

Tasse casa 2014coworking