La casa-museo di Mario Praz

 In #impronteurbane, La Mia CASA è ROMA

Tralasciando le scenografiche architetture di chiese e anfiteatri, palazzi e fontane, perché non concedersi una visita a piccoli musei poco visitati?

Confortevole rifugio dalla frenesia cittadina è la casa-museo di Mario Praz, aperta al pubblico nel 1995.

Tra le pareti di una casa-museo

Le Case Museo di Roma sono residenze private di grandi personaggi dell’Ottocento e del Novecento, capaci di raccontare l’intimità di chi le abitava, di testimoniare un’epoca storica e la cultura della città.
Ci consentono di scoprire la città attraverso le sue opere e soprattutto i suoi protagonisti e le loro dimore storiche.

La casa-museo di Mario Praz si trova al civico 1 di Via Giuseppe Zanardelli, al terzo piano di Palazzo Primoli, di origine cinquecentesca, nel rione Ponte.
Questa residenza custodisce l’incredibile patrimonio di opere d’arte del suo importante inquilino.
Tutto profuma di ricordi ed autenticità: la casa mostra la vera essenza di Praz e la collezione ne riflette il gusto estetico e culturale.

Qui la memoria ha trovato casa

Nei 10 ambienti dell’appartamento dove il coltissimo ed erudito scrittore-saggista del Novecento, visse in età matura come inquilino della Fondazione Primoli, sono disposti gli oltre 1.200 pezzi tra opere d’arte e oggetti d’arredo che compongono la sua rinomata collezione.

Mobili, tappeti, dipinti, disegni, stampe, sculture, rilievi, marmi, bronzi, terrecotte, cere, stucchi, medaglie, candelieri, orologi, armi, strumenti musicali, porcellane, ceramiche, cristalli, vetri, libri, giocattoli, ventagli, costumi… pezzi acquistati dal raffinato collezionista sul mercato antiquario europeo in oltre sessant’anni e accuratamente disposti prima nel leggendario appartamento di Palazzo Ricci in Via Giulia, poi dal 1969 in Palazzo Primoli.

Del resto, Praz è l’autore di quel capolavoro che è La casa della vita, un’autobiografia della mente raccontata attraverso un appartamento, i suoi mobili, il suo arredamento e i suoi oggetti di antiquariato.

Quando le case diventano museo

Al di là dei dipinti del Caravaggio e le sculture del Bernini, tesori artistici che richiamano ogni anno migliaia di visitatori nei più noti musei della capitale, le Case Museo sono autentiche gemme che punteggiano i rioni storici della città, trasformate in musei aperti al pubblico.

A Roma ci sono tante Case Museo. La casa-museo di Mario Praz e la casa-museo di Giacinto Scelsi, la casa-museo di Giorgio de Chirico e la casa-museo di Alberto Moravia, sono solo alcune, ma ognuna di loro ha una storia da raccontare.

Custodiscono al loro interno pareti, arredi e manufatti che parlano di passioni di eclettici artisti e stravaganti collezionisti. Veri e propri tesori d’arte e cultura che testimoniano l’evoluzione del gusto e dello stile nella Capitale (e non solo).

Lascia un commento

casa-museo de Chirico BLOGGalleria Sciarra BLOG