Abitare bene, vivere meglio

 In COME LAVORIAMO

“Il cambiamento non è mai doloroso, solo la resistenza al cambiamento lo è” (Buddha)

La nostra epoca, ancora di più che nel passato richiede, anzi impone, una grande capacità di adattamento. Cambiare è obbligatorio, perché ogni giorno la realtà intorno a noi si modifica, dobbiamo seguire la metamorfosi. Tutto è in trasformazione, noi per primi viviamo il cambiamento, fisico, psicologico, comportamentale, sociale, ambientale, economico. Cambiare è un verbo che ci accompagna dai primi giorni di vita fino alla vecchiaia più avanzata: con l’età cambiano molti ruoli ed i nostri fabbisogni mutevoli devono essere comunque soddisfatti.

Cambiamo stili alimentari, cambiamo abiti, cambiamo abitudini, cambiamo luoghi, cambiamo tempi e orari, cambiamo amicizie, cambiamo oggetti di uso comune, cambiamo auto, cambiamo telefonino, cambiamo relazioni, cambiamo lavoro… i nostri beni (prodotti e servizi) nell’era del consumismo sfrenato sono sempre più necessari e paradossalmente meno durevoli.

Solo due restano gli ancoraggi particolarmente forti che ci consentono di costruire e mantenere la necessaria stabilità emotiva e funzionale nella vita: la famiglia e la casa.

Alcuni dati quantitativi sulla famiglia

Uno degli ultimi censimenti dell’Istat sull’argomento, stima in Italia un numero di famiglie pari a 25.256.000 unità e sorprendentemente le famiglie tradizionali, comunemente intese come coppie con figli conviventi, costituiscono soltanto il 35,3% dell’intera popolazione. Assistiamo al fenomeno nuovo dei single che costituiscono il 31,1% delle famiglie, come pure registriamo il consistente 20,5% di coppie senza figli; altro fenomeno nuovo è la crescita delle famiglie monogenitore, 8% madri con figli e 1,7% padri con figli.

Alcuni numeri sul mercato immobiliare

Le case di proprietà delle persone fisiche in Italia ammontano a circa 32,3 milioni di unità.
Il mercato immobiliare romano ha numeri da capogiro, circa € 8.500.000.000 nel 2017.
Nello stesso anno, nella capitale sono stati stipulati 31.000 contratti di compravendita, considerando 62.000 contraenti interessati con un numero medio di 2,5 componenti per famiglia, possiamo ritenere con una buona approssimazione che a Roma hanno cambiato casa, in un solo anno, circa 150.000 persone (tante da riempire contemporaneamente lo Stadio Olimpico ed il Flaminio).

Una nuova casa mediamente vale come 22 city car, evitate il “fai da te” ed affidatevi al Gruppo Casa RE

Scegliere una nuova abitazione è un’attività complessa ed impegnativa, trovare la casa giusta, oltre ad una buona dose di fortuna, sicuramente richiede specifiche competenze nel settore che solo poche agenzie immobiliari sono in grado di mettere a disposizione.

Il Gruppo Casa RE ha messo insieme e perfezionato nel tempo una grande squadra di agenti che grazie ad una formazione professionale ed etica sono in grado di assistere i clienti non solo con qualificate consulenze ma con la massima riservatezza orientano come “confidenti” verso le soluzioni più adatte alla realizzazione del progetto di vendita, acquisto e/o locazione.
Abitare bene significa vivere meglio, la qualità della vita si avvantaggia ed il miglioramento è assicurato con la casa giusta, dentro, fuori, intorno.
Affidatevi a chi ogni giorno analizza, organizza, gestisce e risolve il perfetto incastro tra l’ampia offerta del mercato immobiliare e le esigenze di chi acquista, tenendo conto accuratamente, con competenze professionali, di normative, problematiche, e requisiti di seguito sintetizzati.

Regolarità costruttive, catastali, amministrative, legali

  • Problematiche documentali;
  • Prestazione energetica;
  • Abusi e difformità (eventuali);
  • Congruità economiche;
  • Valutazione commerciale.

Costi e finanziamenti

  • Disponibilità economica;
  • Situazione reddituale;
  • Accesso a finanziamenti e mutui;
  • Coperture assicurative;
  • Costi eventuali ristrutturazione o manutenzioni straordinarie.

La casa giusta. Dentro, fuori, intorno

La casa giusta è molto di più di quattro mura; è il luogo dove trascorriamo la maggior parte del tempo delle nostre vite e dove portiamo avanti ogni giorno, nelle diverse età e nei diversi ruoli, le attività più importanti della nostra esistenza; la nostra abitazione non è soltanto una “base logistica” da cui uscire ed entrare secondo i diversi  bisogni; essa è il luogo  dove fermarsi per “coltivare” ed  esprimere il meglio di se stessi in libertà e per prepararsi adeguatamente alla vita esterna.  Tutti noi, nel comfort e nella privacy domestica, dobbiamo trovare quelle condizioni ideali che ci consentano di: pensare, crescere, amare, riposare, studiare, organizzarci, alimentarci, in sintesi prenderci cura di noi stessi e delle persone con cui conviviamo.

Una comfortevole e serena fruizione della casa, dipende da numerosissimi fattori che influenzano e condizionano il nostro “abitare” non solo dentro, ma anche fuori e intorno; gli ambienti che scegliamo dove “stabilirci” devono quindi essere selezionati in chiave sistemistica, con la massima oculatezza per soddisfare le diverse e complesse esigenze di ogni singolo componente del nucleo familiare.

Seguono alcuni elementi su cui focalizzare l’attenzione.

DENTRO (Casa=qualità della vita)

  • Aspetti funzionali;
  • Aspetti affettivi;
  • Esigenze relazionali;
  • Disabili accessibilità;
  • Ospitalità;
  • Idoneità impianti;
  • Compatibilità abitativa con la triade: persone, animali, cose;
  • Dimensioni /spazi/ suddivisione adeguate, dislocazione;
  • Privacy, intimità e riservatezza;
  • Comforto estetico/sensoriale (visivo, termico, acustico, olfattivo);
  • Facilities tecnologiche, domotica;
  • Razionalizzazione/ripartizione spazi funzionali attrezzati;
  • Comforto generale;
  • Sicurezza/protezione.

FUORI (Condominio/stabile)

  • Spazio bambini;
  • Garage, terrazzi, giardini, ascensori;
  • Impianti satellitari, internet;
  • Accessi controllati/protetti.

INTORNO (Zona/quartiere)

  • Aspetti Logistici;
  • Trasporti, servizi, pubblica utilità, negozi;
  • Centri commerciali, chiese, ospedali;
  • Farmacie, stazioni polizia e CC, ecc;
  • Attività culturali e ricreative.

Plinio Il Vecchio diceva “La casa è dove si trova il cuore”, noi ascoltiamo attentamente le vostre esigenze per aiutarvi a trovare con la casa giusta anche quotidiane sensazioni “giuste”.

Commento
  • Mauro Carbonetti
    Rispondi

    Caro Massimo, trovo l’articolo davvero ben fatto e credo possa essere interessante ed utile. Lo condivido con piacere!

Lascia un commento

Lavoro agente immobiliare