Cambiare: volere o dovere?

 In I protagonisti del mercato immobiliare, MERCATO IMMOBILIARE

La parola ‘cambiamento’ è una delle più inflazionate e abusate negli ultimi tempi.

Nonostante la popolarità del concetto, arrivare a comprenderne e definirne natura e significati, ha rappresentato da sempre per molti un’ardua sfida.

Cambiamento aziendale: necessità e opportunità

«Credo che ‘cambiamento’ sia semplicemente il rendersi conto della situazione attuale in cui viviamo e operiamo, per poi arrivare coscienziosamente ad attivare un processo che modifichi la nostra condizione lavorativa con l’obiettivo di conseguire livelli più elevati di efficienza ed efficacia.» dichiara Ugo Farina.

«Il ‘cambiamento’ può essere: una necessità, un’opportunità, nuovi scenari, nuove energie, nuove motivazioni, il coraggio e la consapevolezza del rinnovarsi. Nella mia agenzia immobiliare, l’esigenza di cambiamento, nasce a fronte della necessità di essere competitivi sul mercato.
S
to ripensando all’organizzazione nel suo complesso: dalla struttura gerarchica ai meccanismi di controllo e coordinamento, dalle procedure alla tecnologia di supporto; fondamentale, per migliorare le capacità di un’organizzazione, accrescere le competenze dei dipendenti e dei collaboratori.»

Giornata di studio mercoledì 27 aprile 2016 a Roma

Ed il 27 Aprile 2016 cominciamo ad approfondire il significato di “cambiamento”.

Dalle 9:30 alle 16:30 a Roma presso lo Sheraton Golf Parco De’ Medici, in tema di “Comunicazione e Relazione” apprenderemo, coordinati da Bruno Vettore, il punto di vista e l’esperienza di due professionisti, Gerardo Paterna e Alessio Beltrami, con un focus su come comunicare e relazionarci efficacemente sul web interpretando il “cambiamento” come “opportunità” da cogliere senza indugi.

“WEB REPUTATION & CONTENT MARKETING: come generare fiducia ed interesse” sarà un approfondimento gratuito per gli agenti immobiliari, imprenditori del real estate e del mondo della comunicazione.

Per confermare la partecipazione basta inviare una email a cambiamento@gruppocasare.it o iscriversi all’evento su Facebook e cliccare su “partecipo”.

Vi aspettiamo! #comprendiilcambiamento

Nel primo focus “I riflessi del cambiamento nella comunicazione: un’opportunità concreta per gli agenti immobiliariGerardo Paterna ci illustrerà come è cambiato il nostro modo di comunicare con l’avvento del web. Ci fornirà alcuni spunti e suggerimenti su come e cosa fare per allineare la propria comunicazione al mondo moderno e dimostrerà le ripercussioni professionali che questo avrà anche al di fuori del web.

Nel secondo focus “Come sfruttare i contenuti per generare interesse e fiduciaAlessio Beltrami ci chiarirà come gestire un blog di successo e come definire contenuti digitali efficaci che possano generare risultati.

Google: il moderno oracolo da interrogare

Al giorno d’oggi una comunicazione efficace non può assolutamente prescindere dai social network. Queste piattaforme, utilissime per condividere e diffondere idee e informazioni, in qualità di aggregatori sociali, sono diventate di fondamentale importanza anche per le aziende.

L’impresa può trovare in tale contesto opportunità inimmaginabili fino a qualche anno fa per rendersi visibile a livello globale e locale, stimolando, rafforzando e rendendo durature e maggiormente profittevoli le relazioni con i propri clienti.

Se un’azienda non è presente in rete o nei social media, comunica la propria assenza, la propria scarsa ricettività al cambiamento.
Tuttavia tali strumenti vanno guidati con estrema cura per evitare che diventino controproducenti.
Nell’era veloce di internet, Google è il moderno oracolo da interrogare prima di agire, e la reputazione è diventata la nuova moneta globale.

Che siate persone, governi, aziende o istituzioni, avere una buona reputazione online è moneta sonante. Al contrario, averne una pessima, può renderci la vita un inferno.

Il nostro passato, quello che abbiamo immesso in rete, le nostre tracce digitali, ma anche quello che gli altri dicono di noi, rimarrà scritto per sempre. Pronto a essere tirato fuori al momento giusto. O, più spesso, al momento sbagliato.

Insomma, nell’era 2.0, la reputazione corre on line. Si costruisce, ma si può anche distruggere, sul web!

Lascia un commento

periscope giulio base quartieri blogTessera Professionale Europea