Unicredit SubitoCasa: 6 domande da Gruppo Casa RE a Gaetano Accogli

 In I NOSTRI PARTNER

Dal 2016 Gruppo Casa RE collabora attivamente con Unicredit Subito Casa, siamo infatti tra le poche realtà selezionate da Unicredit che vede la sinergia del mondo bancario e immobiliare. Essendo questo argomento di grande attualità, abbiamo voluto rivolgere alcune domande al Dott. Gaetano Accogli – Responsabile Territorio Centro di Unicredit Subito Casa.

Lo scopo è semplice: capire perché un grande gruppo bancario sia entrato nel mercato immobiliare e quale sia il know-how maturato nel settore della consulenza immobiliare attraverso l’interazione con gli agenti immobiliari.

L’ingresso delle banche nel real estate

Dal 2014 siete scesi in campo – non per fare gli agenti immobiliari e tantomeno per toglierci lavoro – ma allora perché?

Se riflettete solo un attimo, la TRANSAZIONE IMMOBILIARE comincia sempre con un esborso di denaro ad opera dell’acquirente e con altrettanta quantità di numerario, depositata dal venditore; ambedue le attività sono affini a quelle tipiche di una BANCA. Se a questo si aggiunge che oggi tutte le banche ricercano SERVIZI ad elevato valore aggiunto per generare la maggior soddisfazione possibile per i CLIENTI – così da fidelizzarli maggiormente – si arriva ai motivi fondamentali che ci hanno indotto a percorrere l’attività immobiliare per conto dei nostri clienti.

Le critiche delle associazioni di categoria

Quale la vostra reazione alle critiche (concorrenza sleale, conflitto di interessi e trasparenza) mosse dalle maggiori associazioni di categoria dei professionisti del real estate agli istituti di credito che dal 2014 hanno iniziato ad esercitare l’attività di intermediazione immobiliare?

E’ vero, molte sono state le critiche inizialmente mosseci dalle principali associazioni di categoria, smorzatesi poi con il passare dei mesi, quando si è palesato che, ad esempio nel nostro caso, ci occupavamo di tutto tranne delle sofferenze della banca e che era lasciata assoluta libertà al potenziale compratore di scegliere l’istituto bancario presso il quale richiedere l’eventuale mutuo.

La conoscenza di abitudini e condizioni economico-patrimoniali della vostra clientela può avvantaggiarvi rispetto agli agenti immobiliari che non hanno accesso a questi dati?

A questa domanda è semplicissimo poter rispondere; ricordo, infatti, che Unicredit Subito Casa è una Società del Gruppo con propria Legal Entity, e, per la particolarità della propria attività ed in ossequio ai dettami di legge, vede i suoi dipendenti – ivi compreso quindi il sottoscritto – inibiti dal visualizzare gli ambiti bancari e di conseguenza le situazioni patrimoniali e finanziarie dei propri clienti.

Men che meno, ovviamente, la possibilità di cui sopra è concessa agli agenti immobiliari, che neanche sono dipendenti.

I criteri del reclutamento degli agenti immobiliari

Serietà, garanzia, sicurezza, fiducia, preparazione e stile sono i valori e i requisiti richiesti alle agenzie immobiliari che sono diventate la vostra espressione?

La risposta è sicuramente affermativa.

Il valore maggiore, ma nello stesso tempo anche il rischio più elevato che corriamo attraverso l’ingresso nel mercato immobiliare, è proprio quello reputazionale. Per poterlo scongiurare a dovere, abbiamo selezionato agenti con cui voler collaborare, caratterizzati esattamente da quei valori che mi avete indicato.  Questo ha portato ad una selezione attenta ed anche scarsamente numerosa, pur di ricercare in tutti i prescelti, quei valori di cui sopra; oggi, comunque, siamo pienamente soddisfatti delle COLLABORAZIONI che abbiamo in essere.

Avete effettuato una selezione dei singoli agenti immobiliari, quale è il percorso di selezione? E quali le competenze richieste?

All’inizio, non nascondo che è stato particolarmente imbarazzante il tema della selezione degli agenti; abbiamo expertise pluriennale sulla selezione dei professionisti bancari, ma quanto a quelli immobiliari, era un’assoluta novità. Abbiamo così deciso di affidarci alla nostra RETE bancaria, che annovera tra i clienti molti professionisti del comparto immobiliare, alcuni dei quali seguiti anche su basi fiduciarie.

La serietà, pertanto, con cui si é sempre tenuto il rapporto con l’istituto bancario, é stata la nostra stella polare iniziale, non poteva d’altronde essere diversamente, vista la necessità di scongiurare quei rischi reputazionali cui ci riferivamo al precedente quesito.

Strada facendo, ovviamente, a questo valore fondamentale, ne abbiamo aggiunti altri, quali vis commerciale, stile, e soprattutto disponibilità alla collaborazione ed alla condivisione.

Dal modello da voi scelto – che coinvolge agenti immobiliari di esperienza – cosa avete imparato, ovvero si è verificato uno scambio di esperienze ed expertise?

Assolutamente si.

Le difficoltà iniziali, derivanti dalla mancata conoscenza delle regole del mercato immobiliare, sono state superate grazie alla sinergia tra il rigore che caratterizza un gruppo bancario come il nostro, unita alla perfetta conoscenza dell’expertise immobiliare apportata dagli agenti immobiliari di esperienza selezionati, che può e sta portando, storie di successo di cui andiamo tempo per tempo sempre più orgogliosi.

4 commenti
  • Fabrizio Costantini
    Rispondi

    Ritengo molto interessanti ed in linea con la filosofia di un gruppo bancario come Unicredit le risposte rilasciate dal Dott. Accogli ai quesiti a lui sottoposti. Sono onorato di far parte della ristretta cerchia di Agenti da loro prescelti.

  • Enzo Tommasini
    Rispondi

    Se questi sono stati i criteri generali e le competenze richieste sono orgoglioso di far parte del gruppo.

  • Luca Mantua
    Rispondi

    La collaborazione e la sinergia tra alte professionalità porta valore al cliente. Ed è quello l’obiettivo principe.

    • Luciano
      Rispondi

      Ma i guadagni come sono?

Lascia un commento

Gianluca Santacatterina - futuro agenzie immobiliarialessio beltrami content marketing